Ciao, mi chiamo Marta. Per hobby dipingo la ceramica e decoro oggetti con la tecnica del decoupage. Nel mio blog si parla quindi di ceramica e di decoupage ma anche di libri, cinema, musica e.....di molto altro

giovedì 6 gennaio 2011

7 gennaio: Natale per i Cristiani Copti


Il 7 gennaio i Cristiani Copti festeggiano la Natività.
Dopo la strage di Alessandria d'Egitto la tensione è altissima ed anche in Italia si capisce che non è possibile fingere di ignorare la persecuzione che è in atto.
A Roma il sindaco Gianni Alemanno parteciperà alle celebrazioni del Natale Copto, una testimonianza di solidarietà che considero un gesto doveroso nella sua veste di primo cittadino.

La solidarietà però mi colpisce molto di più quando non è dettata dal dovere, come nel caso del cantante Hussam Al-Rassam.

E' uno dei più popolari cantanti iracheni. È musulmano ma di fronte alle violenze che hanno colpito i cristiani ha deciso che non poteva rimanere indifferente. Ne è nata così una canzone, scritta insieme al poeta Ali Adiwani.

Un testo in cui chiama Muhammad e Issa - il Profeta del Corano e Gesù nella tradizione islamica - a venire in soccorso del popolo iracheno per sconfiggere i violenti che attaccano moschee e chiese. Alla fine il suo è un messaggio all'unità del Paese in questo momento difficile. La canzone di Hussam Al-Rassam su YouTube è diventata questo video, che sta circolando associata alle immagini delle violenze compiute contro i cristiani nelle scorse settimane.(fonte: lo spirito di Assisi)





Sto cercando di avere una traduzione in italiano del testo per inserirla nel post.
(15 marzo 2011: ho avuto la traduzione, ringrazio l'amico che l'ha inviata e la inserisco qui di seguito)
Tanti auguri per il Natale Ortodosso


Mohammed destati e vieni in nostro soccorso insieme al profeta Gesù
Hanno distrutto tutte le moschee e fatto esplodere anche le chiese
Questi non hanno fede e hanno legittimato anche lo scorrimento del nostro sangue
ma rimane un leone l’iracheno e mai diventa una preda!

Mohammed destati e vieni in nostro soccorso insieme al profeta Gesù
Hanno distrutto tutte le moschee e fatto esplodere anche le chiese

Tu non hai ne onore ne dignità! Vuoi seminare guerra civile e tu
sai che questo è impossibile!
Rimaniamo in alto noi e con le nostre mani curiamo le nostre ferite
Rimane un leone l’iracheno e mai diventa una preda, mai diventa una preda!

Mohammed destati e vieni in nostro soccorso insieme al profeta Gesù
Hanno distrutto tutte le moschee e fatto esplodere anche le chiese

Tu non sei di origine irachena, tu non sei una persona d’onore!
Ti sei fatto esplodere in mezzo a noi e col nostro sangue hai colorato il marciapiede
Chi uccide il figlio dei rafidain (i fiumi il tigre e l’Eufrate) è un aggressore e senza fede,
ma rimane un leone l’iracheno e mai diventa una preda!

Mohammed destati e vieni in nostro soccorso insieme al profeta Gesù
Hanno distrutto tutte le moschee e fatto esplodere anche le chiese

Giuriamo di rimanere fratelli viviamo insieme in questo paese:
Musulmani, cristiani, arabi e curdi.
Sono orgoglioso della mia origine irachena e della mia determinazione:
rimane un leone l’iracheno e mai diventa una preda!

1 commento:

Marta Traverso ha detto...

Mi permetto un Off Topic solo per avvisarti che ho "premiato" il tuo blog

http://provetecnichedisogni.blogspot.com/2011/01/premio-sunshine-awards.html